Pagina iniziale | Navigazione |
Google

Almanacco Topolino

L'Almanacco Topolino inizi├▓ le sue pubblicazioni nel 1957 come spin-off degli Albi d'Oro, una rivista che proponeva, alternativamente, storie tratte dall'universo Disney e storie non-Disney.

Nei primi anni Trenta la testata Almanacco di Topolino venne utilizzata per albi speciali, stagionali o annuali come nella moda statunitense. Dall'Ottobre del 1956 l'intestazione ha affiancato e di fatto sostituito la serie degli Albi d'Oro, divenuto semplicemente una piccola dicitura in un quadratino in alto a sinistra.

Sull'Alamanacco venivano preferibilmente pubblicati fumetti stranieri, principalmente a causa del suo formato pi¨ ampio che consentiva di pubblicare le storie tipicamente a quattro strisce dell'estero senza rimontarle o ridurle in dimensioni. Alcuni anni pi¨ tardi, nel Gennaio del 1970, venne adottata una nuova numerazione, partendo dal 157, ovvero contando i numeri usciti dal Gennaio 1957 in poi, che diventa cos├Č il primo numero ufficiale della serie.

Dal Gennaio 1985 la rivista ha assunto un formato ridotto e ha cambiato il suo nome in Mega Almanacco e successivamente in Mega 2000 e in Mega 3000 (dal 2000). Nel corso degli anni Novanta ha iniziato a presentare al pubblico anche storie danesi e brasiliane, oltre a quelle statunitensi e olandesi.

Riassumendo, la rivista ha avuto queste testate:

  • Albi d'Oro: inizia come settimanale, presentando anche storie non-Disney, quindi diventa mensile con storie solo Disney fino al Dicembre 1956;
  • Almanacco Topolino: dal Gennaio 1957 fino al Dicembre 1971;
  • Mega Almanacco: partito con il numero 337, nel Gennaio 1985
  • Mega 2000: partito dal numero 424, nell'Aprile del 1992;
  • Mega 3000: partito nel 2000.
Tutte queste serie sono da considerarsi un'unica collana proprio a causa della sua numerazione continua.

L'Almanacco Topolino, comunque Ŕ stato ripreso nel corso dell'Aprile 1999 come bimestrale: presentava le ristampe delle pi¨ illustri storie mai pubblicate sulla prima serie. Si Ŕ conclusa con il numero 6 del Giugno 2000.

Oggi, comunque, buona parte delle storie classiche apparse sulla prima serie della rivista sono ristampate sulla testata Le Imperdibili, che si avvale delle copertine di Marco Rota.


GNU Fdl - it.Wikipedia.org




Google | 

Enciclopedia |  La Divina Commedia di Dante |  Mappa | : A |  B |  C |  D |  E |  F |  G |  H |  I |  J |  K |  L |  M |  N |  O |  P |  Q |  R |  S |  T |  U |  V |  W |  X |  Y |  Z |