Pagina iniziale | Navigazione |
Google

Duns Scoto

Giovanni Duns Scoto (Duns, Edimburgo, 1265 ca - Colonia, 1308), filosofo e teologo inglese. Duns Scoto Ť conosciuto come il filosofo dell'haecceitas, ossia della "questit√†", l'essere un "questo" hic et nunc, qui ed ora, in un dato spazio-tempo. L'haecceitas Ť il limite che la filosofia non pu√≤ esplorare: la filosofia arriva all'individualit√†, ma non all'individuo.

Il limite della filosofia

Parlando delle idee platoniche, il filosofo nota come fra due copie di uno stesso oggetto (es. due libri uguali) la filosofia non pu√≤ dire nulla se non che siano in due spazi e/o tempi diversi. Ci√≤ vale anche per le idee-attributi fra soggetti: la filosofia parla di noi solo per ci√≤ che abbiamo in comune. Del resto partiva con Talete dall'archŤ che Ť ci√≤ che Ť comune a tutti gli enti e culminava in Parmenide con la massima generalit√† dell'essere e in Platone con i 5 generi sommi.

Dell'albero delle idee restano inesplorabili i due estremi: l'Uno plotiniano sopra e l'individuo-persona in fondo, esseri simili ed opposti. Per Scoto il limite non Ť della filosofia, ma di ogni sapere (anche della scienza); alcuni filosofi ancora oggi concordano nell'inesplorabilit√† dell'Uno e dell'Io, o almeno che ci sia un'intimit√† di ognuno che non pu√≤ essere indagata, il sensus sui , il sapere e sentire che esisto di cui parler√† Tommaso Campanella.

(Vedi: Portale Filosofia | Progetto Filosofia)

 


GNU Fdl - it.Wikipedia.org




Google | 

Enciclopedia |  La Divina Commedia di Dante |  Mappa | : A |  B |  C |  D |  E |  F |  G |  H |  I |  J |  K |  L |  M |  N |  O |  P |  Q |  R |  S |  T |  U |  V |  W |  X |  Y |  Z |