Pagina iniziale | Navigazione |
Google

Talete

Talete Ŕ stato un famoso filosofo, illustre cittadino della città di Mileto, nella Ionia, dove visse tra il VII e il VI secolo AC circa; per questo motivo Ŕ conosciuto anche come Talete di Mileto.

Si tramanda dall'antichità che sia stato uomo di grande sapienza ed acume politico, tanto da essere annoverato tra i Sette Saggi della Grecia. La tradizione gli attribuisce la paternità dell'affermazione secondo la quale "l'acqua Ŕ principio di tutto". L'originalit├á di questa sua tesi - che oggi potrebbe apparire banale - consiste nel tentativo di spiegare i fenomeni osservabili in virt¨ di un principio naturale e senza ricorrere al soprannaturale e al divino.

Questa affermazione sarebbe rimasta un evento isolato nella storia se non fosse che molti membri di quella comunità linguistica cercarono col tempo sempre pi¨ spesso la causa delle cose, di tutte le cose, nei principi materiali e nell'argomentazione razionale piuttosto che negli Dei, nella Magia o nel Mito.

Gli uomini pi¨ illustri delle città si cimentarono in questo genere di argomentazioni, e fondarono scuole, e nell'insieme la collettività tenne in massima considerazione questo tipo di esercizio intellettuale, al quale diede il nome di filosofia.

Per tale motivo Talete di Mileto è da sempre stato considerato il primo dei filosofi.

Di Talete gli antichi hanno anche detto:

  • che doveva essere attribuita a lui la celebre affermazione "conosci te stesso";
  • che aveva dimostrato un teorema di geometria ancora oggi noto come Teorema di Talete;
  • che le sue conoscenze astronomiche e matematiche fossero dovute agli insegnamenti degli scribi d'Egitto, dove per diversi anni soggiornò;
  • che avesse calcolato la dimensione del sole e ne avesse prevista una eclissi;
  • che avesse calcolato l'altezza delle piramidi per mezzo della loro ombra mettendola in rapporto con l'ombra proiettata da un metro campione;
  • che fosse stato il maestro di Anassimene e conseguentemente fondatore della scuola dei filosofi ionici o naturalisti, i quali per primi indagarono la causa di tutte le cose (quello che noi oggi chiamiamo realtà) per mezzo di principi materiali;
e svariate altre cose che ne fanno, praticamente, una figura leggendaria.

Bibliografia

  • I Presocratici, a cura di Daniele Giannantoni, Bari, Laterza, 1969, ISBN 884201933X
Testimonianze antiche sulla vita e sul pensiero
In particolare il Libro I della Metafisica, che costituisce la più antica storia della filosofia tramandataci dall'antichit├á e nel quale viene analizzata la posizione filosofica di Talete e della sua scuola (dal punto di vista di Aristotele, ovviamente)

(Vedi: Portale Filosofia | Progetto Filosofia)


GNU Fdl - it.Wikipedia.org




Google | 

Enciclopedia |  La Divina Commedia di Dante |  Mappa | : A |  B |  C |  D |  E |  F |  G |  H |  I |  J |  K |  L |  M |  N |  O |  P |  Q |  R |  S |  T |  U |  V |  W |  X |  Y |  Z |