Pagina iniziale | Navigazione |
Google

Carl Stumpf

Carl Stumpf (21 aprile 1848 - 25 dicembre 1936), filosofo e psicologo, fu uno dei primi allievi di Franz Brentano, fu maestro di Edmund Husserl e Aron Gurwitsch e divenne il fondatore della scuola di Berlino (Max Wertheimer, Kurt Koffka, Wolfgang Köhler)

Stumpf studiò con Brentano e Rudolf Hermann Lotze, ebbe una fondamentale influenza su Husserl, fondatore del movimento fenomenologico, e tramite la scuola di Berlino influenzò la psicologia gestaltistica. Stumpf famoso per aver introdotto nella filosofia contemporanea il concetto di stato di cose (Sachverhalt), che fu ripreso e diffuso da Husserl.

Stumpf scrisse la sua dissertazione con Lotze all'università di Göttingen (1868) e ottenne anche la sua abilitazione all'insegnamento li (1870). In un periodo successivo si interessò sempre piú a metodi empirici e alla psicologia sperimentale e divenne uno dei pionieri in queste discipline. Insegnò a Göttingen, poi divenne professore a Würzburg e piú tardi a Praga, Halle, Monaco ed infine Berlino.

Vedi anche: Scuola di Brentano

(Vedi: Portale Filosofia | Progetto Filosofia)


GNU Fdl - it.Wikipedia.org




Google | 

Enciclopedia |  La Divina Commedia di Dante |  Mappa | : A |  B |  C |  D |  E |  F |  G |  H |  I |  J |  K |  L |  M |  N |  O |  P |  Q |  R |  S |  T |  U |  V |  W |  X |  Y |  Z |