Pagina iniziale | Navigazione |
Google

Marco Aurelio

 


   

 Marco Aurelio
Imperatore romano

Cesare Marco Aurelio Antonino Augusto (26 aprile 121 - 17 marzo 180) (nato Marco Annio Catilio Severo al matrimonio prese il nome di Marco Annio Varo) fu chiamato Marco Aurelio Antonino divenendo erede della carica di Imperatore, ufficio che resse dal 161 alla sua morte nel 180. Il suo nome Aurelio vuol dire d'oro.

Lo zio Antonino Pio lo adottò come figlio e designò come successore il 25 febbraio 138, quando Marco aveva solo 17 anni, nominando però come successore anche Lucio Vero. Quando Antonino morì, Marco accettò il trono a condizione che egli e Vero fossero nominati co-Imperatori, con Vero in posizione subordinata. Le ragioni di ciò non sono chiare.

La successione congiunta potrebbe essere stata motivata da esigenze militari come accadeva in età arcaica nella diarchia spartana. Durante il suo regno Marco Aurelio fu quasi costantemente in guerra con vari popoli al di fuori dell'Impero. I Germani ed altri popoli lanciarono molti assalti contro le lunghe frontiere europee, specialmente in Gallia (a loro volta questi, probabilmente si trovavano sotto attacco da parte di altre popolazioni pi ad Est di loro). In Asia l'Impero Parto che aveva ripreso vita, rinnovava i suoi attacchi.

 


   

 Marco Aurelio
Imperatore romano

Occorreva una figura rappresentativa e carismatica al comando delle truppe. Neanche l'Imperatore in persona avrebbe potuto difendere entrambi i fronti allo stesso tempo, e nemmeno avrebbe potuto semplicemente incaricare un generale di condurre un assalto. Già in passato comandanti militari molto popolari come Giulio Cesare e Vespasiano avevano usato l'esercito per sovrapporsi ai governi esistenti ed installarsi al potere.

Marco Aurelio risolse il problema mandando Vero a comandare le legioni orientali. Egli aveva infatti abbastanza autorità da riscuotere la piena lealtà delle truppe, ma non era abbastanza potente da essere tentato di sopraffare Marco stesso. Il piano ebbe successo, Vero rimase leale fino alla sua morte sul campo nel 169.

Questa autorità compartita era molto simile al sistema politico della passata Repubblica che si basava sul principio della collegialità e non permetteva ad una singola persona di impadronirsi del potere supremo. Il governo congiunto sarebbe stato ripristinato dalla struttura del potere inaugurata da Diocleziano: la Tetrarchia nel tardo terzo secolo.

Marco Aurelio sposò nel 145 la cugina Faustina la giovane, figlia di Antonino Pio suo predecessore.

 


   

 50 eurocent italiani

 


   

 Marco Aurelio
Imperatore romano

Marco Aurelio ha fama, probabilmente esagerata dalla storia, di filosofo stoico. le sue Meditazioni, scritte in greco ancora sopravvivono e sono studiate. Morì nel 180 durante una spedizione contro i Marcomanni nella città di Vienna, Vidobona. Egli riuscì ad assicurare la successione al figlio Commodo, anche se la scelta non fu felice. Commodo fu, infatti, si rivelò un cattivo politico ed un pessimo militare, oltre che un sovrano esageratamente dedito ai propri interessi.

Marco Aurelio appare come personaggio nel film del 1964 interpretato da Alec Guinness La caduta dell'Impero romano , nel film del 2000 Il gladiatore, dove il ruolo dell'imperatore fu ricoperto da Richard Harris, e nel romanzo Household Gods di Judith Tarr e Harry Turtledove.

Link esterni

Si vada anche: Impero romano, Imperatori Bizantini
Imperatori Romani
Preceduti da:
Antonino Pio (138 - 161)
Marco Aurelio (161 - 180),
Lucio Vero (161 - 169)
Seguiti da:
Commodo (180 - 192)
Impero Romano

(Vedi: Portale Filosofia | Progetto Filosofia)


GNU Fdl - it.Wikipedia.org




Google | 

Enciclopedia |  La Divina Commedia di Dante |  Mappa | : A |  B |  C |  D |  E |  F |  G |  H |  I |  J |  K |  L |  M |  N |  O |  P |  Q |  R |  S |  T |  U |  V |  W |  X |  Y |  Z |