Pagina iniziale | Navigazione |
Google

Ammasso aperto

Un ammasso aperto Ŕ un gruppo di stelle nate insieme da una nube molecolare gigante, e ancora unite dalla reciproca attrazione gravitazionale. Sono anche chiamati amassi galattici, poich├ę si trovano solo all'interno del disco galattico.

Gli ammassi aperti sono oggetti giovani (astronomicamente parlando), e contengono quindi molte stelle calde e luminose. Questo rende gli ammassi aperti visibili da grandi distanze, e uno degli oggetti preferiti dagli astrofili. La nube molecolare "genitore" Ŕ a volte ancora associata con l'ammasso, che ne illumina alcune parti che diventano visibili come una o pi¨ nebulose.

Tutte le stelle di un ammasso aperto hanno all'incirca la stessa et├á e la stessa composizione chimica, perci├▓ ogni eventuale differenza tra di loro Ŕ dovuta unicamente alla loro massa (vedi l'articolo su evoluzione stellare per maggiori dettagli). La maggior parte degli ammassi aperti sono dominati dalle loro stelle giganti di tipo O e B, che sono molto luminose ma di vita breve. Analizzando la luce proveniente da un ammasso aperto, Ŕ possibile stimare la sua et├á, misurando il rapporto tra le abbondanze di stelle blu, gialle e rosse. Una grande abbondanza di stelle blu indica che l'ammasso aperto Ŕ molto giovane. L'uniformit├á delle stelle di un ammasso lo rende un buon banco di prova per i modelli di evoluzione stellare, perch├ę nel fare confronti tra due stelle, la maggior parte dei parametri variabili Ŕ adesso fissa. Il modello Ŕ adesso pi¨ semplice.

L'ammasso aperto pi¨ vicino si trova nell'Orsa Maggiore. A dire il vero, quasi ogni stella dell'Orsa Maggiore fa parte di un ammasso aperto ormai vecchio e quasi disperso. Sirio Ŕ un ex-membro di questo ammasso e il nostro Sole si trova sul bordo esterno di quella che Ŕ chiamata la Corrente dell'Orsa Maggiore, un gruppo di stelle tutte ex-membri dell'ammasso dell'Orsa Maggiore, che occupa pi¨ di mille anni luce di spazio. Il nostro Sole non Ŕ un membro di questa corrente, ci sta solo passando in mezzo.

Le stelle che compongono un ammasso aperto sono inizialmente molto vicine, e si muovono con la stella velocit├á attorno al centro della Galassia. Dopo un tempo dell'ordine del mezzo miliardo di anni, un normale ammasso aperto (come le Pleiadi o le Iadi, entrambe nella costellazione del Toro) tende ad essere disturbato da fattori esterni (in genere, nubi molecolari che gli passano vicino); le sue stelle iniziano a muoversi con velocit├á leggermente differenti e l'ammasso inizia a sfaldarsi, esattamente come ha fatto quello dell'Orsa Maggiore. L'ammasso diventa quindi pi¨ simile ad una corrente di stelle, non abbastanza vicine per essere considerate un ammasso ma tutte legate tra di loro e con lo stesso moto generale.

Dopo un miliardo di anni, l'ammasso Ŕ ormai totalmente scomparso. Alcune stelle si troveranno dalla parte opposta della Galassia rispetto alle altre. L'ammasso da cui ebbe origine il Sole, formatosi cinque miliardi di anni fa, Ŕ ormai scomparso, e le sue stelle sono disperse nel disco della galassia, senza possibilit├á di poterle distinguere dalla popolazione galattica generale.

La velocit├á esatta dell'evoluzione di un ammasso pu├▓ variare a seconda della sua densit├á stellare: ammassi pi¨ densi sopravviveranno per un tempo pi¨ lungo, ma nessun ammasso conosciuto ha un'et├á maggiore di alcuni miliardi di anni.

Vedi anche

Link esterni


GNU Fdl - it.Wikipedia.org




Google | 

Enciclopedia |  La Divina Commedia di Dante |  Mappa | : A |  B |  C |  D |  E |  F |  G |  H |  I |  J |  K |  L |  M |  N |  O |  P |  Q |  R |  S |  T |  U |  V |  W |  X |  Y |  Z |